Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Agevolazioni fiscali

Ev un trattamento fiscale di favore rispetto al trattamento ordinariamente previsto. Le agevolazioni fiscali originariamente raggruppate nel d.p.r. n. 601 del 1973 si sono successivamente diffuse in varie leggi anche a carattere non tributario. Nel tentativo di razionalizzarle è stata emanata una legge di delegazione (art. 17 l. n. 408 del 1990) che ancora non ha avuto attuazione. Si ritiene che attraverso le agevolazioni fiscali il legislatore miri al raggiungimento di finalità extrafiscali, pertanto esse sono costituzionalmente legittime ogni volta che la deroga al principio di capacità contributiva contenuto nell’art. 53 Cost. trovi razionale e congrua giustificazione in altri principi, di rango costituzionale o meno, presenti nell’ordinamento. Gli strumenti utilizzati dal legislatore fiscale per concedere agevolazioni fiscali sono molteplici e possono distinguersi in base alle varie tipologie strutturali. Abbiamo così le agevolazioni fiscali relative ad un singolo tributo che incidono sulla sua qualificazione agendo direttamente sull’imposta (riduzioni d’imposta, detrazioni d’imposta, buoni d’imposta e per certi versi le imposizioni in misura fissa) e le agevolazioni fiscali relative ad un singolo tributo in cui il meccanismo agevolativo opera indirettamente sull’aliquota e l’imponibile (riduzioni d’aliquota, riduzioni della base imponibile, deduzioni dell’imponibile, abbattimenti alla base, forfettizzazioni dell’imponibile). Esistono poi agevolazioni fiscali relative al singolo tributo che incidono sul momento impositivo (sospensioni d’imposta e sostituzioni del presupposto) ed agevolazioni fiscali relative al singolo tributo che incidono sull’an debeatur (sgravi ed esenzioni). Le agevolazioni fiscali possono infine realizzarsi mediante modifiche della disciplina complessiva del tributo con la previsione di regimi fiscali sostitutivi (ad es. le ritenute a titolo d’imposta sui titoli obbligazionari). Le agevolazioni fiscali non devono essere confuse con le esclusioni che sono utilizzate per rendere coerente l’imposizione ed i principi ispiratori del tributo (ad es. è un’esclusione quella dei redditi di lavoro dall’Ilor; mentre nell’Iva le c.d. esclusioni sono vere e proprie agevolazioni fiscali). Sul piano procedurale occorre distinguere, in base alle singole normative, fra agevolazioni fiscali che richiedono una previa istanza di riconoscimento da parte dell’amministrazione ed agevolazioni fiscali che operano direttamente.

agevolazioni fiscali per il Mezzogiorno: insieme dei trattamenti fiscali di favore previsti al fine di favorire l’industrializzazione e la piena occupazione nel meridione d’Italia. Si tratta di agevolazioni di diverso tipo periodicamente riviste in base allo sviluppo produttivo dei vari territori. Al di là delle disposizioni agevolative speciali vigenti per i singoli territori del Mezzogiorno le misure agevolative storicamente più importanti hanno riguardato: 1) la riduzione decennale dell’Irpeg nei confronti delle imprese, costituite in forma societaria e con sede nei territori preindividuati del Mezzogiorno, che abbiano realizzato nuove iniziative produttive nei territori medesimi; 2) l’esenzione decennale dall’Ilor per i redditi industriali e commerciali degli stabilimenti industriali impiantati entro una certa data nei territori meridionali individuati e per gli stabilimenti già esistenti nei suddetti territori per il reddito derivante dai lavori di ampliamento, trasformazione, riattivazione, ricostruzione o riammodernamento; 3) l’esenzione Ilor (con esclusione dei redditi fondiari) per il 70% degli utili reinvestiti nella costruzione, ampliamento e riattivazione di impianti industriali. Un’imposta


Agenzie specializzate delle N.U.      |      Aggio


.