Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Apertura della successione

Ai sensi dell’art. 456 c.c., la successione si apre al momento della morte, nel luogo dell’ultimo domicilio del defunto. L’apertura della successione è un criterio al quale fanno riferimento molte disposizioni che regolano le successioni a causa di morte sotto il profilo temporale (acquisto dell’eredità : art. 459 c.c.), momento a decorrere dal quale il chiamato ha i poteri di cui all’art. 460 c.c., capacità a succedere (art. 462 c.c.), termine per l’accettazione dell’eredità (art. 480 c.c.), termine per la redazione dell’inventario (art. 485 c.c.), possibilità di nominare il curatore dell’eredità giacente (art. 528 c.c.), valore dei beni per la determinazione della porzione disponibile (art. 556 c.c.), valore dei beni nella collazione per imputazione (art. 747 c.c.), legge applicabile nel caso di successione di leggi (art. 11 prel.), legge regolatrice delle successioni a causa di morte (art. 23 prel.), sia sotto il profilo spaziale; tale criterio è utilizzato essenzialmente per individuare l’autorità giudiziaria o amministrativa competente per una serie di atti inerenti alla materia successoria e per determinare la legge regolatrice della successione a causa di morte (art. 23 prel.).


Apec      |      Apertura di credito


.