Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Armi ed esplosivi

Si intendono per armi quelle da sparo (armi proprie), e tutte le altre la cui destinazione naturale è l’offesa alla persona nonche´ tutti gli strumenti atti ad offendere dei quali è vietato dalla legge il porto in modo assoluto o senza giustificato motivo (armi improprie). Le armi sono classificate in armi da guerra, armi tipo guerra ed armi comuni da sparo mentre le c.d. armi bianche (pugnali, stiletti ecc.) sono da considerarsi armi comuni non da sparo. I modelli di armi comuni da sparo di cui è ammessa la produzione e l’importazione debbono essere iscritti nell’apposito catalogo istituito presso il Ministero dell’interno, previo parere dalla commissione consultiva centrale per il controllo delle armi. Per detenzione di arma si intende qualsiasi relazione tra il soggetto e l’arma, che abbia un certo carattere di stabilità . Sono vietate la detenzione e la raccolta delle armi da guerra o tipo guerra, nonche´ le parti di esse. La detenzione delle armi comuni è consentita a condizione che venga denunciata all’ufficio locale di pubblica sicurezza e, se questo manchi, al comando dei carabinieri. Tale obbligo non riguarda: i corpi armati, le società di tiro a segno, i possessori di raccolteautorizzate di armi artistiche, rare o antiche, le persone che hanno diritto di andare armate. Spetta al questore la concessione del nullaosta all’acquisto ed alla detenzione delle armi. Si parla di porto d’armi ogni qual volta un soggetto abbia con se´ un’arma fuori della propria abitazione. Non è richiesto che l’arma sia portata addosso, ma è sufficiente che essa si trovi nella disponibilità dell’agente e che ne sia possibile l’uso. Va chiesto al prefetto il rilascio della licenza di porto d’arma corta da sparo, in caso di dimostrato bisogno, mentre il questore è competente a rilasciare il porto d’arma lunga. Per esplosivi si intendono quelle sostanze semplici o composte, atte a provocare un’esplosione, per effetto del calore, d’urto, di sfregamento od altro mezzo. I prodotti esplodenti, sono divisi in cinque categorie: polveri, dinamite, detonanti, artifici e munizioni di sicurezza. Al pari delle armi sono sottoposti a rigorosi controlli al fine della tutela della sicurezza e della pubblica incolumità . Spetta al prefetto il rilascio della licenza di fabbricazione, deposito, vendita, transito e trasporto di varie categorie di esplosivi.


Armi      |      Armistizio


.