Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Arresti domiciliari

Con questa espressione, usata comunemente ma non tecnicamente, si fa riferimento alla custodia cautelare di un imputato o di un indiziato eseguita non in carcere ma nella sua abitazione o in altro luogo di privata dimora. Ev una misura coercitiva personale, attenuata rispetto alla custodia in carcere. Essa consiste nel fatto che, in attesa della sentenza di condanna o di assoluzione dell’indiziato o dell’imputato, il giudice può imporre a questo di non lasciare l’abitazione, un altro consimile luogo di privata dimora oppure un luogo pubblico di cura o di assistenza. Chi vi è sottoposto non deve allontanarsi dal luogo ove è agli arresti, ma può essere autorizzato dal giudice ad assentarsi nel corso della giornata per il tempo strettamente necessario ad adempiere alle esigenze di vita, se ciò è indispensabile o se versa in condizioni di assoluta indigenza, oppure per esercitare attività lavorativa. Se è necessario, il giudice può imporre limiti o divieti alla facoltà dell’imputato di comunicare con persone diverse da quelle con cui convive o che lo assistono.


Arrendamento      |      Arresto


.