Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Artisti e professionisti



associazione tra artisti e professionisti: ricorre quando una pluralità di artisti e professionisti pongono in essere prestazioni di lavoro autonomo non riconducibili al singolo professionista, ma all’associazione nel suo complesso (v. associazione, artisti e professionisti professionale). Il reddito derivante dall’esercizio in forma associata dell’attività viene analogamente classificato come reddito di lavoro autonomo. Tale reddito viene determinato unitariamente in capo all’associazione professionale, ma è imputato per effetto del cosiddetto principio di trasparenza a prescindere dall’effettiva distribuzione in capo ai soci. Sono solamente questi ultimi che subiscono il prelievo fiscale in relazione alle quote di partecipazione nell’associazione professionale.

regime delle imposte sui redditi degli artisti e professionisti: così come per la normativa Iva, anche il Tuir non fornisce una nozione esplicita degli artisti e professionisti. La definizione riguarda il risultato finale dell’attività posta in essere dall’artista o dal professionista e cioè il reddito di lavoro autonomo intendendosi per tale il reddito prodotto mediante lo svolgimento per professione abituale, ancorche´ non esclusiva, di attività di lavoro autonomo diverse da quelle di impresa (art. 49 d.p.r. n. 917 del 1986). Tale reddito non è assoggettato ad Ilor, ma solo ad Irpef in quanto l’imposta locale sui redditi non colpisce i redditi di mero lavoro come, appunto, il reddito di lavoro autonomo.

regime Iva degli artisti e professionisti: sono coloro che svolgono attività di lavoro autonomo a contenuto intellettuale o artistico anche se non è prevista l’iscrizione in albi o elenchi. L’attività deve essere abituale e cioè deve essere posta in essere con regolarità , stabilità e sistematicità . Ciò che caratterizza la categoria degli esercenti arti e professioni è soprattutto la prevalenza dell’attività personale del prestatore rispetto all’organizzazione dei mezzi necessaria per l’esecuzione dell’opera.

trattamento fiscale di artisti e professionisti: soggetti d’imposta che pongono in essere prestazioni di lavoro autonomo (cessioni di beni e prestazioni di servizi), quindi senza vincolo di subordinazione, rilevanti ai fini dell’applicazione dell’Iva e che danno luogo alla produzione di un reddito di lavoro autonomo diverso dal reddito di impresa di cui al capo VI del Tuir. In proposito è opportuno ricordare come ne´ il d.p.r. n. 633 del 1972, ne´ il d.p.r. n. 917 del 1986 forniscano una definizione degli esercenti arti e professioni. Pertanto la nozione di artista e professionista è una nozione derivata riconducibile a colui che esercita un’attività artistica o professionale così come definita dalla normativa Iva e ai fini delle imposte sui redditi.


Artista      |      Ascendente


.