Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Casse di conguaglio

Enti pubblici strumentali (v. enti pubblici, casse di conguaglio strumentali) istituiti con il fine di redistribuire utili tra i produttori di beni il cui prezzo di vendita al pubblico venga autoritativamente fissato dall’amministrazione con provvedimenticasse di conguaglioprezzi (v.). Il prezzo viene determinato dall’amministrazione ad un livello appena superiore al costo sopportato dai produttori più efficienti; parte degli utili che gli stessi ricavano viene obbligatoriamente versata alle casse di conguaglio e tramite esse ridistribuita agli altri operatori che sopportano costi maggiori. Si ottiene in tal modo l’effetto di mantenere un basso prezzo di mercato, impedendo che tutti i produttori vendano al prezzo più elevato, corrispondente al costo dell’operatore meno efficiente; ovvero quello di consentire la sopravvivenza di un maggior numero di operatori e, conseguentemente, una maggiore produzione di un determinato bene, evitando che un prezzo troppo basso costringa molti imprenditori ad uscire dal mercato restringendo l’offerta di beni di pubblico interesse. In passato esistevano alcune centinaia di casse di conguaglio, essendo molto diffusa la disciplina autoritativa dei prezzi; attualmente, al contrario, è in atto un processo di liberalizzazione che ha reso recessivo l’istituto. (Vetritto).


Cassazione      |      Casse di risparmio


.