Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Certificazione



certificazione bancaria: è la dichiarazione della banca che assevera l’esistenza di un proprio credito certo, liquido ed esigibile verso un proprio cliente, conforme a quanto risulta dall’estratto conto. Vale come prova scritta del credito, al fine di ottenere un decreto di ingiunzione. Può essere utilizzata solo dalla Banca d’Italia, dalle banche di diritto pubblico, da quelle di interesse nazionale e dalle casse di risparmio.

certificazione di bilancio: v. bilancio, certificazione del certificazione.

certificazione fiscale: insieme dei documenti che attestano un fatto giuridico. In campo fiscale i certificati in genere provano l’avvenuto versamento dell’imposta da parte del contribuente, del sostituto o del soggetto incaricato alla riscossione. A parte i documenti non strettamente fiscali, ma la cui produzione o allegazione è necessaria al fine di ottenere un’agevolazione, una detrazione, una deduzione o una particolare determinazione dell’imposta (es. documentazione relativa al sostenimento delle spese deducibili), i documenti più significativi sono quelli che il contribuente allega o produce in relazione agli obblighi di autodenuncia. Fra questi va segnalato il certificato del sostituto d’imposta rilasciato a cura e spese del soggetto che effettua le ritenute relativamente a tutte le erogazioni effettuate nei confronti del soggetto nel corso dell’anno. In tale documento è riportato l’ammontare delle somme corrisposte, con l’indicazione della causale, e l’ammontare delle ritenute operate. Tale documento, allegato alla dichiarazione dei redditi dell’esercizio, permetterà al percipiente di procedere allo scomputo delle ritenute subite. Per i redditi di lavoro dipendente e assimilati il certificato (mod. 101) deve indicare anche la qualifica e la categoria d’appartenenza del lavoratore, l’ammontare delle detrazioni d’imposta effettuate e degli oneri contributivi sostenuti. Così contribuente non percepisce altri redditi il certificato del sostituto se il d’imposta, redatto su apposito modello approvato con decreto del min. fin. sostituirà la dichiarazione dei redditi (v. dichiarazione al fisco) e potrà essere presentato in luogo di essa dallo stesso sostituto d’imposta. Il modello Rad è rilasciato dal soggetto che corrisponde dividendi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d’acconto e permette alle persone fisiche di procedere allo scomputo delle ritenute subite. Esiste poi tutta una serie di certificati che il contribuente può ottenere dall’Amministrazione finanziaria relativamente alla situazione fiscale del contribuente o di un soggetto terzo al richiedente: così il certificato provvisorio di codice fiscale, il certificato di partita Iva, il certificato di attribuzione di rendita catastale relativo agli immobili di proprietà del contribuente ed il certificato in cui il cessionario d’azienda può conoscere preliminarmente le ragioni del Fisco sul patrimonio dell’azienda che intende acquistare.


Certificato      |      Cessazione della materia del contendere


.