Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Conflitto



conflitto di attribuzione: è una questione relativa a limiti di poteri tra giudici ordinari e P.A., che si verifica quando entrambi declinino (conflitto negativo) di provvedere sul contrasto tra le parti, e vengono risolti dalla Corte di cassazione (art. 362, comma 2o, c.p.c.).

conflitto di competenza: è una questione relativa alla frazione di giurisdizione che spetta ad un giudice nei confronti di altro giudice appartenente allo stesso ordine: si verifica quando un giudice abbia dichiarato la propria incompetenza per materia o territorio, nei casi indicati dall’art. 28 c.p.c., e la causa sia riassunta dinanzi al giudice indicato nella sentenza, il quale a sua volta non si ritenga competente. Per risolvere questa situazione di conflitto negativo il secondo giudice può chiedere d’ufficio il regolamento di competenza alla Corte di Cassazione (artt. 45 e 47, comma 4o, c.p.c.).

conflitto di giurisdizione: è una questione relativa a limiti di funzioni tra giudici speciali o tra giudici ordinari e speciali: si verifica quando contemporaneamente prendono o rifiutano di prendere cognizione della stessa causa (conflitto positivo o negativo). Se non risolti preventivamente da uno degli organi che dichiari la propria competenza o incompetenza, vengono risolti dalla Corte di cassazione (art. 362, comma 2o, no 1, c.p.c.).

conflitto fra contratti collettivi: v. contratto collettivo, conflitto in conflitto con altro conflitto.


Confisca      |      Conflitto armato


.