Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Controllo di società



controllo di società di diritto: è la partecipazione di una società di capitali in un’altra società di capitali, tale per cui la prima, in virtù delle azioni o quote possedute, disponga della maggioranza richiesta per le deliberazioni dell’assemblea ordinaria. Ev l’ipotesi in cui la società controllante disponga del cinquanta per cento più uno del capitale di un’altra società (art. 2359, comma 1o, n. 1 c.c.).

controllo di società di fatto: è il fenomeno reso possibile, nelle società con azionariato diffuso, dall’assenteismo dei soci, per cui una società , pur non disponendo della maggioranza richiesta per le deliberazioni dell’assemblea ordinaria in virtù delle azioni o quote possedute, riesce ugualmente ad esercitare una influenza dominante su di essa e a determinare l’esito di tali deliberazioni (art. 2359, comma 1o, n. 2 c.c.).

controllo di società esterno: è l’influenza dominante che una società di capitali esercita sulle deliberazioni di un’altra società in virtù di particolari vincoli contrattuali e indipendentemente da ogni controllo azionario (art. 2539, comma 1o, n. 2 c.c.). Può trattarsi di contratti di agenzia, di commissione, di concessione che pongano la società agente o commissionaria o concessionaria in una condizione di assoluta dipendenza economica e ne facciano una società satellite di quella preponente e concedente; così anche la somministrazione in esclusiva, quando l’impresa somministrante sia in grado di fornire beni destinati ad un unico acquirente, le licenze di brevetto e, in genere, i rapporti contrattuali, che siano tali da attribuire ad una società la medesima posizione di dominio che deriverebbe dal controllo azionario.

controllo di società indiretto: è il controllo, attuato per interposizione, fra controllante e controllata, di una terza società , controllata dalla prima e controllante la seconda (art. 2359, comma 1o, n. 3 c.c.). L’ipotesi è stata aggiunta con la riforma del 1974 (l. n. 216 del 1974) per impedire che il divieto di partecipazioni reciproche tra società controllante e società controllata venisse eluso mediante l’interposizione di una terza società .


Controlli      |      Contromisura


.