Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Deficienze mentali

Anomalie psichiche caratterizzate da uno sviluppo dell’intelligenza inferiore alla media, attribuibile a carenze congenite o ambientaledeficienze mentaliculturali o anche, nelle forme più gravi, a un processo morboso organico prenatale, intranatale, postnatale, e comunque anteriore alla maturità intellettiva, che non viene mai raggiunta. Deficienti mentali, secondo una classificazione scolastica, sono gli idioti (soggetti incapaci di parlare, di apprendere e di attendere a se stessi, che vivono una vita vegetativa), gli imbecilli (che possono esprimersi in modo elementare ed hanno scarsissima memoria e capacità di astrazione e concettualizzazione), i deboli mentali, la cui condizione è vicina ai gradi più bassi della normalità , ma nei quali permangono immaturità mentale, deficienza di un giudizio autonomo, credulità , suggestionabilità , scarsa indipendenza e capacità di previsione. Pur nella loro diversa intensità , le deficienze mentali incidono sulla capacità di intendere e di volere (v. capacità , deficienze mentali di intendere e di volere) e dunque sull’ imputabilità (v.).


Deduzioni      |      Defunto


.