Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Destinazione



destinazione del padre di famiglia: è un modo d’acquisto a titolo originario (v. acquisto, destinazione a titolo originario) della servitù (v.): consiste nel rapporto di servizio stabilito fra due fondi appartenenti ad un medesimo proprietario (su uno dei due fondi, ad esempio, c’è una sorgente d’acqua, e il loro proprietario ha costruito un acquedotto per portare l’acqua all’altro fondo). Se i due fondi cessano di appartenere al medesimo proprietario (perche´ ha venduto uno dei due o perche´ , morendo, ha lasciato i due fondi a eredi diversi), il preesistente rapporto di servizio si trasforma, automaticamente, in una servitù di un fondo a favore dell’altro (nel nostro esempio in una servitù di acquedotto). Si intende che medesimo proprietario non significa necessariamente proprietario solitario: l’art. 1062 c.c. opera anche nel caso di comproprietà del fondo. Non opera, invece, quando all’originario proprietario solitario siano succeduti coeredi per quote indivise, e la situazione di assoggettamento di fatto fra le varie porzioni del fondo si sia determinata a seguito di divisione ereditaria. Questo modo di acquisto della servitù vale, come l’ usucapione (v.), solo per le servitù apparenti (art. 1061 c.c.).

destinazione doganale: utilizzazione della merce indicata nella dichiarazione doganale, cui consegue l’obbligo di pagamento del diritto doganale, consistente nell’importazione definitiva o temporanea, nella spedizione interdoganale, nel transito e nel deposito per le merci estere; nell’esportazione definitiva o temporanea, nel cabotaggio e nella circolazione per le merci nazionali o nazionalizzate; nel transito comunitario. .


Despatch money      |      Desuetudine


.