Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Incorporazione



incorporazione di Stati: situazione in cui uno Stato, senza mutare la propria denominazione e la propria situazione di soggettività , ingloba, con un procedimento di fatto, un altro Stato che però si estingue perdendo la propria soggettività internazionale e che diviene parte integrante del primo. Allorquando l’incorporazione si realizza mediante procedimenti formali, quali plebisciti e referendum, la dottrina parla di annessione, come avvenne ad esempio per la Toscana e la Lombardia rispetto al Regno di Sardegna. Una ipotesi di incorporazione è rappresentata dall’inglobamento della Repubblica democratica tedesca da parte della Repubblica federale, anche se il Trattato del 31 agosto 1990, sulla unificazione delle due Germanie, parla di adesione della Repubblica democratica alla Repubblica federale. Ai fini della successione rispetto ai trattati, all’incorporazione si applica il principio della mobilità delle frontiere nei trattati: cessano di avere vigore i trattati dello Stato incorporato che si estingue (salvo conferma dello Stato incorporante) e si estendono a tutto il territorio allargato i trattati dello Stato incorporante. V. anche annessione; fusione, incorporazione di Stati; successione degli Stati.

fusione per incorporazione: v. fusione, incorporazione di società .


Incompatibilità      |      Incoterms


.