Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Minimum tax

L’istituto della c.d. minimum tax, già conosciuto negli ordinamenti fiscali di paesi stranieri, è stato recentemente introdotto, pur se in via temporanea, nel nostro sistema tributario. Si tratta di un particolare metodo di accertamento su base presuntiva del reddito di alcune categorie di contribuenti, e segnatamente imprenditori individuali, imprese familiari e società di persone con ricavi inferiori ai 360 milioni annui se produttrici di servizi o al miliardo se esercenti attività di commercio, nonche´ artisti e professionisti con compensi annui inferiori ai 360 milioni. Tali soggetti debbono dichiarare un reddito d’impresa o di lavoro autonomo non inferiore all’ammontare del contributo diretto lavorativo di ciascuno di essi, calcolato sulla base di un’apposita tabella che tiene conto del tipo di attività e di alcune caratteristiche peculiari di quest’ultima. Qualora il contribuente dichiari un reddito inferiore l’Amministrazione finanziaria provvede immediatamente, tramite notifica di una cartella di pagamento, alla liquidazione e riscossione delle maggiori imposte determinate presuntivamente, nonche´ delle soprattasse nella misura del 40% e degli interessi nella misura del 9%. Il contribuente ha tempo trenta giorni per ottenere lo sgravio in caso di errore degli uffici finanziari o di particolari situazioni in cui si sia venuto a trovare. Altrimenti è tenuto ad effettuare il pagamento ed, eventualmente, a presentare ricorso alle Commissioni tributarie.


Minimo vitale      |      Ministero


.