Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Prefetto

Il prefetto è un organo a competenza generale che, incardinato nell’amministrazione dell’interno, rappresenta nella provincia il governo nella sua unità . Pertanto, il prefetto dipende non solo gerarchicamente dal Ministro dell’interno, ma funzionalmente dagli altri ministri. La nomina del prefetto è disposta con d.p.r. su proposta del Ministro dell’interno, previa deliberazione del Consiglio dei ministri. La sfera di competenza del prefetto corrisponde, di regola, a quella del ministero dell’interno. Tale organo è peraltro titolare di ulteriori funzioni che si atteggiano o come residuali, in mancanza di altri organi periferici specificamente competenti, o come funzioni di amministrazione generale, quale sintesi degli affari interni, direttamente riconnessi alla funzione di rappresentanza generale del governo in provincia. Le quattro aree funzionali nelle quali il prefetto tradizionalmente opera sono la pubblica sicurezza, la protezione civile, l’amministrazione civile e la rappresentanza generale del governo. Il prefetto, in qualità di autorità provinciale di pubblica sicurezza, risponde del mantenimento dell’ordine pubblico e della pubblica sicurezza nella provincia, ed è dotato di particolari potestà , che vanno dal potere di ordinanza di necessità , al rilascio di alcune autorizzazioni di pubblica sicurezza, alle competenze in materia di polizia amministrativa. Nell’ambito della protezione civile, il prefetto riveste il ruolo di autorità preposta a prevenire (attraverso la predisposizione dei piani provinciali di protezione civile) e a fronteggiare le situazioni di emergenza, dirigendo le operazioni di soccorso e di assistenza, e provvedendo ad ogni altra iniziativa di immediato intervento. Nei rapporti tra lo Stato e le autonomie locali, il prefetto si caratterizza essenzialmente come garante della funzionalità e della democraticità delle amministrazioni locali. In questo quadro il prefetto assicura innanzitutto il corretto svolgimento del procedimento elettorale e vigila affinche´ le amministrazioni locali non siano inquinate da infiltrazioni della criminalità organizzata. In secondo luogo, il prefetto opera un controllo sia sugli organi, disponendo le procedure di scioglimento e sospensione dei consigli ovvero di rimozione e sospensione degli amministratori, sia sugli atti, esercitato mediante richiesta di riesame di appalti e contratti. Infine il prefetto vigila sui servizi statali esercitati dal sindaco quale ufficiale di governo. Per quanto riguarda la rappresentanza del governo nella provincia, occorre innanzitutto richiamare le funzioni di coordinamento delle attività statali in ambito provinciale, esercitate tramite lo strumento del comitato provinciale della P.A.. Tale organismo, presieduto dal prefetto, è preordinato al coordinamento delle attività dei vari uffici statali a livello provinciale e all’accertamento di carenze, inefficienze o disservizi a garanzia dell’efficienza e della legittimità dell’azione amministrativa. Tra le funzioni sussumibili nell’area della amministrazione generale, incluse quelle aventi carattere di residualità , vanno poi ricordate l’elevazione del conflitto di attribuzione tra l’autorità amministrativa e l’autorità giudiziaria, la mediazione nelle vertenze di lavoro e la garanzia dei servizi pubblici essenziali, il riconoscimento delle persone giuridiche, l’irrogazione delle sanzioni amministrative per infrazioni depenalizzate, e la materia della circolazione stradale (relativamente al rilascio della patente di guida e alla sospensione o revoca di essa).


Preferenze generalizzate      |      Pregiudiziale tributaria


.