Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Protocolli d’intesa

Indica determinati accordi spesso con un particolare contenuto progettuale. In tal senso tra i più importanti protocolli d’intesa degli ultimi anni è necessario ricordare il protocollo d’intesa sul costo del lavoro del 22 gennaio 1983, primo vero e proprio accordo trilaterale in cui le organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro assumono obblighi e comportamenti nei confronti del governo e, nello stesso testo, anche il governo si impegna ad intervenire su una serie di materie. Il protocollo in parola si compone in realtà anche di un contratto collettivo (v.) interconfederale in senso proprio, in cui sono previste una modifica del sistema di contingenza e la regola per cui la contrattazione a livello aziendale non può avere ad oggetto materie già definite in altri livelli di contrattazione nonche´ , ulteriormente, l’intenzione di introdurre forme di raffreddamento della conflittualità . Egualmente noti anche per i loro effetti sulla riduzione del costo del lavoro e, infine, per l’eliminazione dell’indennità di contingenza e del sistema di scala mobile, i protocolli d’intesa del 14 febbraio 1984, 11 dicembre 1991 e 31 luglio 1992. Altro esempio paradigmatico dei protocolli d’intesa è dato dal protocollo d’intesa tra Iri e Cgil, Cisl, Uil del 18 dicembre 1984, modificato il 6 luglio 1986, che realizza un sistema di informazioni e consultazione rivolto a realizzare la partecipazione del sindacato in tutte le fasi di progettazione esecutiva, realizzazione e verifica della politica industriale, economica ed occupazionale del gruppo Iri e delle imprese da questo controllate (v. partecipazione). L’esempio più completo ed importante di protocolli d’intesa è comunque rappresentato dall’accordo del 23 luglio 1993 sul costo del lavoro e sulla riforma delle relazioni industriali. L’accordo ha rappresentato il vero e proprio perno della politica economica del governo che lo sottoscrisse. Esso completa quello del 31 luglio 1992 e disciplina: le procedure di elaborazione delle politiche dei redditi e dell’occupazione; il sistema di contrattazione collettiva a due livelli, nazionale di categoria e aziendale o alternativamente territoriale; la durata, quadriennale per la parte normativa e biennale per la materia retributiva, dei contratti collettivi; la c.d. indennità di vacanza contrattuale; le rappresentanze sindacali; gli impegni governativi sulle politiche del lavoro e il sostegno al sistema produttivo.


Protezionismo      |      Protocollo


.