Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Qualifica



qualifica del lavoratore: v. mansioni e qualifica.

qualifica funzionale: è il sistema di classificazione del personale non dirigenziale del pubblico impiego. Ad ogni qualifica, indicata nel numero di nove, corrisponde un livello retributivo di base, che deve essere articolato in modo da valorizzare la professionalità e la responsabilità del dipendente. Ogni qualifica raggruppa mansioni e responsabilità , tra loro omogenee, dei diversi profili professionali (v.). Le qualifiche funzionali meno elevate sono determinate tenendo conto principalmente del contenuto oggettivo del rapporto di servizio, in relazione ai requisiti richiesti per lo svolgimento dell’attività lavorativa. Per le altre qualifiche funzionali la valutazione è connessa in maggior misura ai requisiti culturali e di esperienza professionale, ai compiti di guida di gruppo, di ufficio o di organi e alle responsabilità burocratiche che ne derivano. Nella prima qualifica rientrano le attività più elementari (manuali e no), nella seconda le attività semplici (manuali e no) che richiedano preparazione e conoscenza elementari, nella terza le attività tecnicoqualificamateriali con conoscenze non specialistiche, nella quarta le attività amministrative o tecniche con conoscenze specialistiche e responsabilità personali, nella quinta le attività con conoscenza specialistica e responsabilità di gruppo, nella sesta le attività con conoscenza professionale e responsabilità di unità operative, nella settima le attività con preparazione professionale e con eventuale responsabilità di unità organiche (professione e uffici e servizi senza rilevanza esterna, compiti di collaborazione istruttoria o di studio), nell’ottava le attività con specializzazione professionale e con eventuale responsabilità esterna (preposizione a uffici e servizi con rilevanza esterna, coordinamento e promozione di attività di diverse unità del settore senza rilevanza esterna; compiti di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti una preparazione di livello universitario). Per l’accesso alle qualifiche funzionali prima e seconda è prescritta la licenza di scuola elementare e l’assolvimento dell’obbligo scolastico, per le qualifiche funzionali terza e quarta il diploma di istruzione secondaria di primo grado (scuola media), per le qualifiche quinta e sesta il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, per le qualifiche funzionali settima e ottava il diploma di laurea. La nona qualifica, introdotta dal d.l. 9 del 1986, convertito nella l. 24 marzo 1986, n. 78, comprende tutti coloro che abbiano maturato al 1980 la qualifica di direttore di sezione, nonche´ quei dipendenti dell’ex carriera direttiva che abbiano rivestito particolari posizioni professionali. La dotazione organica di tale qualifica è stata individuata nel 50% di quella dell’ottava e per il trattamento economico di base è stato posto il limite del 90% del trattamento economico iniziale dei direttori di divisioni del ruolo ad esaurimento. Circa le mansioni svolte, esse si individuano nella sostituzione in caso di assenza o impedimento del dirigente ovvero nella reggenza dell’ufficio privo di titolare, nonche´ nell’attività di direzione di uffici, di studio, elaborazione e ricerca altamente qualificati, nell’attività ispettiva di particolare importanza. Ciascuna qualifica è poi divisa in più profili professionali (v.).


Quadri      |      Qualificazione


.