Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Repubblica italiana

L’Italia è , per l’art. 1, comma 1o della Costituzione, una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La qualificazione di uno Stato come repubblica si contrappone alla sua diversa qualificazione come monarchia, e riguarda la titolarità della più alta carica dello Stato, quella di capo dello Stato, che nelle repubbliche è il presidente della repubblica e nelle monarchie è il re (o la regina). I presidenti della repubblica sono elettivi ed hanno una carica limitata nel tempo; i re, all’opposto, sono tali per nascita: la loro carica (il trono) è prerogativa del primogenito (o, in alcune monarchie, anche della primogenita) di una data famiglia (la famiglia reale, che nella successione delle generazioni prende il nome di dinastia). L’Italia è stata una monarchia, il Regno d’Italia, retto dalla dinastia dei Savoia, fino al 1946, quando con referendum popolare il popolo italiano espresse la sua preferenza per la repubblica (v. referendum, repubblica italiana istituzionale). L’art. 139 della Costituzione stabilisce che la forma repubblicana del nostro Stato non può essere oggetto di revisione costituzionale: non è cioè consentito, con una modifica della Costituzione, ripristinare la monarchia. La stragrande maggioranza degli Stati del nostro tempo sono repubbliche; ma sono tuttora a forma monarchica la Gran Bretagna (il Regno Unito), la Spagna, alcuni Stati scandinavi.


Reports      |      Reputazione


.