Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Riconversioni industriali

Il provvedimento più organico in materia di riconversioni industriali (v. riconversione e ristrutturazioni aziendali) è rappresentata dalla l. n. 675 del 1977, che reca provvedimenti per il coordinamento della politica industriale, la ristrutturazione, la riconversione e lo sviluppo del settore. Tale legge istituisce, nell’ambito del Cipe, un comitato di Ministri per il coordinamento della politica industriale (Cipi) e costituisce, presso il Ministero dell’industria, il fondo per la ristrutturazione e riconversione industriale, destinato alla concessione di agevolazioni finanziarie alle imprese che realizzino sul territorio nazionale programmi di riconversioni industriali finalizzati e coordinati agli obiettivi previsti dalla legge. Il comitato ha il compito di determinare gli indirizzi generali di politica industriale che pregiudizialmente devono fondarsi su di un processo di trasformazione dell’apparato produttivo che tenga conto delle esigenze prioritarie dello sviluppo industriale del mezzogiorno ed assicurare continuità e crescita dell’occupazione, attraverso lo sviluppo differenziato della produzione e della produttività per aree geografiche e per settori. La parte lavoristica di tale complesso normativo costituiva una semplice appendice della più complessiva manovra legislativa a favore delle ristrutturazioni delle imprese del settore industriale, e si traduceva in una particolare disciplina della mobilità della manodopera sul territorio collegata strettamente, in funzione di garanzia del reddito dei lavoratori, con l’intervento straordinario della cassa integrazione guadagni (v.). A tal fine la legge individua, tra l’altro, specifici casi di crisi aziendali di particolare rilevanza sociale in relazione alla situazione occupazionale locale ed alla situazione produttiva del settore i quali, accertati dal Cipi, oltre a costituire cause integrabili di cassa integrazione straordinaria, rilevano ai fini della particolare disciplina generale in materia di riconversioni industriali, che continua ad essere contenuta nella l. n. 675 del 1977 (e successive modificazioni), mentre il nucleo di interesse giusriconversioni industrialilavoristico è stato sostituito dalle disposizioni di cui alla l. n. 223 del 1991 (e successive modificazioni), che reca disposizioni innovative in tema di cassa integrazione guadagni, mobilità (v. mobilità , liste di) e mercato del lavoro (v.).


Riconversioni e ristrutturazioni aziendali      |      Ricorrente


.