Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Socof

La sovrimposta comunale sul reddito dei fabbricati è stata introdotta dalla l. 26 aprile 1983, n. 131, e consisteva nella facoltà , concessa ai comuni, di istituire una sovrimposta sul reddito dei fabbricati situati nel proprio territorio per l’anno 1983. Ai comuni era concessa anche la scelta di un’aliquota che poteva variare tra l’8%, il 12%, il 16% ed il 20%. Il gettito del tributo era attribuito al comune in cui si trovava il fabbricato. Soggetti passivi dell’imposta erano le persone fisiche e giuridiche e le altre organizzazioni senza personalità giuridica che avessero avuto il possesso di fabbricati nell’anno 1983 o in una frazione di esso. La sovrimposta si applicava sul reddito dei fabbricati determinato secondo i criteri stabiliti agli effetti dell’Irpef o dell’Irpeg e non era deducibile ai fini dell’imposta sui redditi. Il comune procedeva alla liquidazione, all’accertamento, alla riscossione della sovrimposta ed all’irrogazione delle pene pecuniarie e delle soprattasse.


Socio illimitatamente responsabile      |      Soft-Law


.