Enciclopedia giuridica

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z




Splitting

Termine che deriva dall’inglese to split (tagliare, dividere) che designa una forma particolare di elusione (v.). Lo splitting è appunto la divisione di un reddito su più soggetti per beneficiare di una tassazione ad aliquote più favorevoli. Una forma molto diffusa di splitting consiste nel trasferire parte dell’imponibile fiscale a componenti del nucleo familiare che non sono titolari di reddito o lo sono in misura tale da permettere comunque una tassazione ad aliquote inferiori. Peraltro tale tecnica è raramente consentita dalla legge fiscale; così l’art. 26, della l. n. 154 del 1989 proprio per neutralizzare il c.d. splitting all’italiana ha modificato l’art. 4, comma 1o, lettera a, del Tuir nel senso che i proventi dell’attività separata di ciascun coniuge vengono in ogni caso imputati per l’intero ammontare a tale soggetto. Ev stata così bloccata la pratica splitting eversiva del principio di progressività (v.) dell’imposizione splitting consistente in un ampliamento convenzionale dell’oggetto della comunione legale di cui all’art. 177 c.c., in modo da includere in via immediata, e non solo de residuo, i proventi dell’attività separata di ciascuno dei coniugi.


Spionaggio industriale      |      Spogliarello


.